Come vendere e acquistare in tutta sicurezza

Acquisto o vendita di un veicolo

Quando acquisti
È molto importante avere tutti i dati relativi al venditore al fine di poterlo contattare. Ti ricordiamo l’importanza di chiedere i dati personali (nome, cognome, indirizzo, indirizzo e-mail e numero di telefono - possibilmente numero fisso); questi riferimenti potrebbero servirti anche in caso di reclami. Nel caso di veicoli ancor più ti consigliamo di incontrare l'inserzionista, non acquistare auto o veicoli senza visionarli.

Controlla sempre che il veicolo non sia ipotecato. Controlla il libretto di manutenzione e fai sottoporre l'auto a una visita di collaudo per verificare lo storico del veicolo e il numero dei chilometri. Verifica le autorizzazioni e l'omologazione di eventuali modifiche apportate e pretendi di provare il veicolo prima dell’acquisto per controllare di persona le condizioni in cui si trova.

Quando vendi
Controlla che il pagamento che ricevi sia valido e non accettare un pagamento in forma di assegno poiché non è sicuro che la tua banca garantisca la copertura assegni. Ricordiamo che, per ragioni di sicurezza, gli assegni bancari devono essere sempre inviati a mezzo raccomandata postale.

Se vieni contattato da una persona che vuole acquistare il tuo veicolo a distanza (soprattutto all’estero) pagando con un assegno o carta prepagata, si tratta quasi sicuramente di un raggiro. La banca accetta l’assegno ma sarai tu ad essere responsabile del pagamento! L’assegno può essere rubato oppure falso.

Diffida di persone ed imprese che si offrono come dipendenti o intermediari Subito. Subito non offre questo tipo di servizio.

Commercio di prodotti di marca, software o hi-tech

La vendita di copie pirata di software e di falsificazioni di prodotti di marca è illegale ed è vietata su Subito. Attenzione: anche quando il venditore afferma che si tratta di merce originale verifica sempre che lo sia.

Quando acquisti...

  • Richiedi sempre di vedere lo scontrino originale se non sei convinto dell’autenticità della merce. Controlla che lo scontrino sia emesso da un rivenditore autorizzato.
  • Se sei ancora incerto puoi richiedere di controllare la merce presso un negozio autorizzato prima di pagare.
  • Per prodotti high tech di valore elevato può essere una buona idea chiedere al venditore il numero seriale, ad ogni modo ricorda che incontrare di persona è la cosa migliore

Quando vendi...

  • Non è permessa la vendita sul nostro sito di copie pirata e falsificazioni di prodotti di marca su Subito.
  • Controlla sempre l’autenticità della merce prima di venderla come prodotto di marca su Subito.

Acquisto e vendita di animali

Compravendita di animali a rischio di estinzione.

 

Ricorda

Sono centinaia le specie animali il cui commercio è vietato e decine di migliaia quelle regolamentate dalla CITES e dalla relativa normativa internazionale, comunitaria e nazionale. Sono così protetti ad esempio pappagalli, scimmie, rettili, cactus, orchidee nonché loro parti e derivati quali avorio, gusci di tartaruga, animali impagliati, pelli di felini e molti altri esemplari.

E' vietato importare, (ri)esportare, trasportare, vendere, esporre e detenere gli esemplari tutelati dalla CITES che siano sprovvisti di specifici permessi o comunque di una prova della loro origine legale, come meglio specificato in seguito. Specifiche sanzioni, anche di carattere penale, sono previste dalla legislazione nazionale in caso di violazioni della Convenzione e dei Regolamenti Comunitari.

Si possono importare e/o (ri)esportare animali e piante, loro parti e prodotti derivati inclusi nelle Appendici della CITES e negli Allegati dei Regolamenti Comunitari solo se autorizzati (sono considerati importazioni e (ri)esportazioni gli spostamenti da e verso i Paesi extra-UE). Vengono infatti richiesti permessi che riportano dati precisi in riferimento alle specie che si intendono movimentare (esempio: data di rilascio e di validità, denominazione scientifica e comune della specie, descrizione esatta della merce e gli estremi dell'origine/provenienza della medesima, etc.). In Italia le autorizzazioni sono rilasciate dal Corpo forestale dello Stato (certificati di riesportazione) e dal Ministero dello Sviluppo Economico (permessi di esportazione e licenze di importazione).

 

Controlla

Se l'animale che vuoi vendere o acquistare è incluso nelle specie controllate dalla Convenzione di Washington. Bisogna controllare nell'ultimo aggiornamento della Gazzetta Ufficiale Europea al Regolamento 338/97: questa lista di animali viene costantemente aggiornata e modificata in base a decisioni approvate dalla Conferenza delle Parti CITES e ai diversi fattori che influiscono sulle popolazioni di talune specie. Attualmente il documento a cui far riferimento è il Reg. CE 1158/2012 (che modifica Allegati del Reg. CE 338/97) e che prevede nell'Unione Europea una protezione più elevata per alcune specie, rispetto a quella prevista dalla CITES nel resto del mondo, includendo anche specie non elencate nelle Appendici CITES. Per una prima verifica puoi far riferimento all'elenco qui riportato e se hai dubbi puoi sempre contattare il Servizio CITES del Corpo forestale dello Stato all'indirizzo di posta elettronica all'indirizzo cites@corpoforestale.it.

Puoi anche visitare i siti dove troverai informazioni importanti

www.corpoforestale.it

www.minambiente.it

http://ec.europa.eu/environment/cites/home_en.htm

www.cites.org

 

CONSULTA IL CODICE CITES qui 

 

Richiedi/Mostra

Se l'animale  che vuoi vendere o acquistare è incluso nell'Allegato A del Reg. 338/97 è importante indicare o richiedere la seguente documentazione:

il numero, la data del certificato CITES e l'Autorità europea che ha rilasciato la documentazione;

l'esemplare deve sempre essere scortato da specifica documentazione CITES che ne autorizza l'uso commerciale (permesso di importazione o certificato comunitario rilasciato da competenti Autorità di gestione CITES)

Se l'animale che vuoi vendere o acquistare è incluso nell'Allegato B del Reg. 338/97 non è necessaria nessuna certificazione CITES, ma deve essere presente idonea documentazione (fattura o scontrino di acquisto, estremi della denuncia di nascita se gli esemplari provengono da allevamenti) comprovante la legittima acquisizione ai fini CITES (conformità alla normativa sulla conservazione delle specie selvatiche e legale importazione all'interno dell'EU). In questo caso anche l'eventuale presentazione di un permesso di importazione o licenza di esportazione o altro certificato ai fini CITES costituisce una prova valida dell'origine legale. 

 

Presta attenzione

Si raccomanda di prestare la massima attenzione prima di acquistare e importare esemplari vivi o derivati di specie tutelate dalla CITES. Si potrebbe incorrere, se sprovvisti delle necessarie autorizzazioni, in una sanzione amministrativa o in una denuncia penale, secondo la legge vigente.

È vietato spedire animali vivi all'interno di pacchi postali. Anche in questo caso sono previste sanzioni penali dalla normativa sul benessere e la protezione degli animali durante il trasporto.

Subito.it ha stretto un accordo con Il Corpo forestale dello Stato, per lottare  insieme contro il traffico on-line di specie protette dalla Convenzione di Washington.

 

Consigli generali per l'acquisto di cani e gatti

Per evitare che i cani e i gatti vengano trasportati in cattive condizioni e siano separati troppo presto dalla madre, fai attenzione a non acquistate gattini più piccoli di 12 settimane e cagnolini con meno di 8 settimane.

I cani in vendita devono sempre essere identificati e registrati all'anagrafe canina e mediante microchip o tatuaggio leggibile (Art. 2 dell'Ordinanza 6 agosto 2008: Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina - GU n. 194 del 20-08-2008; Legge n. 281, 14 agosto 1991) Il certificato di iscrizione in anagrafe canina deve accompagnare il cane in tutti i trasferimenti di proprietà. 

Il problema dei cani di contrabbando che determina condizioni di maltrattamento è un fenomeno in forte ascesa in Italia. Questi cani, spesso identificati come cani alla moda, come ad esempio i Chihuahua, vengono contrabbandati in Italia in pessime condizioni e i contrabbandieri non adempiono all’obbligo di vaccinazione e non seguono le regole di quarantena vigenti in Italia. È vietato importare i cuccioli per rivenderli; su Subito.it non è perciò ammessa la vendita di cuccioli importati.

 

 

0 Commenti

Questo articolo è chiuso ai commenti.